ARMONIA OLISTICA - Natura, benessere, relax

Rigenerazione area e progettazione di centro polifunzionale

2019-20

Pedrengo (BG)

Privato

Idee di rigenerazione, Proposte funzionali, Progetto Preliminare, Progetto Definitivo, Pratiche edilizie, Progetto esecutivo e Direzione Lavori (in corso)

Anno:

Localizzazione: 

Cliente:

Programma:

Team e collaborazioni:

Design work:

Superficie Area:

Superficie pavimento:

Costo:

Giorgio Davide Manzoni con Geom. Luca Gervasoni ed altri

Urban design, Architectural design, Sustainable design

2.000 mq

400 mq

0,6 M €

La ristrutturazione edilizia di un capannone artigianale esistente, ha portato  alla definizione di un nuovo immobile nato dalla composizione e dall'articolazione di semplici volumi. Il concept, partendo da un anonimo edificio che possiamo definire  compatto si sviluppa attraverso la definzione dei volumi, degli spazi esterni, delle pertinenze e delle coperture praticabili.

L’intervento si mantiene e valorizza lo spazio verde verso il fiume Serio concentrando l’edificazione nella parte nord del lotto.

Partendo dall'idea di avere un contatto visivo e fisico con gli spazi esterni il centro dell'edificio si sviluppa intorno ad un patio quasi metafisico che ampio lo spazio interno e mette in relazione i vari spazi funzionali.

Il piano interrato verrà utilizzato per la creazione di un parcheggio privato e la collocazione di alcuni spazi tecnici. Lo spazio interrato andrà ad affacciarsi direttamente verso l’esterno, sfruttando l’esistente salto di quota, con particolare attenzione a non destrutturare la morfologia del sito. L’accesso carrabile avverrà attraverso una rampa semicircolare posta all’angolo nord-ovest del lotto.

Il piano terra si compone di due aule corsi, di differenti dimensioni, collegabili tra loro. Al centro, sul lato est, vi è l’ingresso che distribuisce vari spazi e percorsi. I collegamenti verticali trovano spazio in tale ambiente. Da qui si accede allo spazio degli spogliatoi, diviso dal patio esterno e allo spazio ristoro.

L’accesso al piano primo avviene attraverso una scala a vista che serve il proseguimento dello spazio ristoro e l’accesso alle terrazze esterne.

Allo spazio residenziale al piano primo si accede, invece, dalla rampa esterna posta sul lato ovest dell’edificio che ha la funzione di accedere anche alla terrazza che si affaccia verso il fiume Serio.

Il progetto vuole creare un edificio ibrido, in grado di innescare relazioni visive, spaziali tra interno ed esterno. Una ricerca dell' equilibrio di spazi funzionali, stanze a cielo aperto, carattere architettonico.

L’obiettivo principale del progetto è volto alla realizzazione di un intervento di una struttura integrata sia a livello urbano-paesaggistico sia a livello architettonico, tipologico e funzionale.